Archivi per la categoria ‘frutta secca’

Meno vegani, tanto bio e più food delivery: come cambiano le abitudini degli italiani sul cibo

E’ appena stato pubblicato il Rapporto Eurispes 2018 : ecco cosa emerge riguardo le abitudini alimentari degli italiani , come sono cambiate nell’ultimo anno e le previsioni per il futuro. Mondo veg Crescono i vegetariani e diminuiscono i vegani .

Qui il post originale:
Meno vegani, tanto bio e più food delivery: come cambiano le abitudini degli italiani sul cibo

Scuola di cucina: il caramello (non solo in pasticceria)

Zucchero, zucchero, zucchero! Dal crème caramel ai bignè caramellati, dalla tarte tatin alle caramelle mou: con il caramello ci si può davvero sbizzarrire in pasticceria, ma i nostri chef hanno per voi qualche dritta per usarlo anche in cucina . Caramello pasticceria Questione di temperatura Il caramello si forma ad una determinata temperatura. Una volta raggiunta la colorazione desiderata, bisogna rimuoverlo immediatamente dalla pentola e utilizzarlo subito

Qui il post originale:
Scuola di cucina: il caramello (non solo in pasticceria)

Scuola di cucina: polpette creative

Non abbiamo assolutamente nulla contro le tradizionali polpette di manzo fritte o al sugo, ma possiamo liberare la nostra creatività in cucina usando anche tanti altri ingredienti insoliti . Scopriamo come

Vedi il post:
Scuola di cucina: polpette creative

Gli Sciatt, frittelle croccanti dal cuore filante

Il nome, in dialetto valtellinese, significa rospo , e forse è dovuto alla irregolarità della loro forma: gli sciatt  sono frittelle fatte con farina di grano saraceno con all’interno un cubetto di formaggio Valtellina Casera Dop , un prodotto tipico della zona. Si servono appena fritti, caldissimi, accompagnati da un’insalatina fresca di cicorino, e solitamente sono considerati un antipasto. Il grano saraceno, dal 1600 in Valtellina Che sia un grano antico, è fuor di dubbio: la prima testimonianza della sua presenza nelle valli valtellinesi è del 1616

Leggi l’originale qui:
Gli Sciatt, frittelle croccanti dal cuore filante

Scoperte: l’alchechengi non serve solo a decorare

La pianta dell’Alchechengi è originaria dell’Europa e dell’Asia e il suo nome deriva dalla parola araba latinizzata “al-kakang” che significa appunto “lanterna cinese”.

Vai e leggi il resto:
Scoperte: l’alchechengi non serve solo a decorare

I muffin: sapete resistere a tanta dolcezza?

Direttamente dal mondo anglosassone, questi piccoli dolcetti a forma di fungo hanno ormai conquistato tutti, grandi e piccoli: sono i muffin , fatti con un impasto di latte, farina e uova, che si prepara in pochissimo tempo. Sono perfetti per tutte le occasioni: ottimi da inzuppare nel latte della mattina, come snack prima della pausa pranzo, per accompagnare il tè delle cinque o dopo pasto, per un momento goloso.

Vedi l’articolo qui:
I muffin: sapete resistere a tanta dolcezza?

Mele, farina di mais e ricotta: la torta di mele gluten free è servita!

Se anche per voi che siete intolleranti o allergici al glutine , la torta alle mele è il dolce preferito, non perdetevi d’animo! Esiste una versione gluten free di questa delizia, a base di farina di mais, ricotta e fecola di patate. Dalla consistenza morbida ma molto gustosa, questa torta di mele senza glutine si può arricchire di sapore con l’aggiunta di frutta secca, come noci o nocciole, e di profumi speziati, come la cannella.

Leggi il resto qui:
Mele, farina di mais e ricotta: la torta di mele gluten free è servita!

40 torte d’inverno

Le torte profumano la casa, ci raccolgono attorno a un tè fumante e sono la scusa perfetta per invitare le persone a cui vogliamo bene. Del resto chi direbbe di no a una torta appena sfornata?

Vedi il post originale qui:
40 torte d’inverno

Quei due chili in più delle feste (e come perderli)

Avete avuto il coraggio di salire sulla bilancia dopo le feste?

Vedi il post originale qui:
Quei due chili in più delle feste (e come perderli)

Frutta, verdura e ortaggi: la spesa di gennaio è detox

Come ogni anno,  gennaio è per molti il momento ideale per rivedere le proprie abitudini alimentari. Il mese giusto, insomma, per rimettersi in forma ed eliminare qualche chilo di troppo accumulato durante le feste.

Qui il post originale:
Frutta, verdura e ortaggi: la spesa di gennaio è detox

Link sponsorizzato