Archivi per la categoria ‘grappa’

Gli Sciatt, frittelle croccanti dal cuore filante

Il nome, in dialetto valtellinese, significa rospo , e forse è dovuto alla irregolarità della loro forma: gli sciatt  sono frittelle fatte con farina di grano saraceno con all’interno un cubetto di formaggio Valtellina Casera Dop , un prodotto tipico della zona. Si servono appena fritti, caldissimi, accompagnati da un’insalatina fresca di cicorino, e solitamente sono considerati un antipasto. Il grano saraceno, dal 1600 in Valtellina Che sia un grano antico, è fuor di dubbio: la prima testimonianza della sua presenza nelle valli valtellinesi è del 1616

Leggi l’originale qui:
Gli Sciatt, frittelle croccanti dal cuore filante

Premio Nonino: quando grappa fa rima con cultura

È giunto alla 43esima edizione il Premio Nonino: un filo che dal 1975 lega enogastronomia, cultura, letteratura e tradizione . Lo scopo da sempre è quello di valorizzare la “civiltà contadina”, e così è stato anche quest’anno

Vedi l’originale qui:
Premio Nonino: quando grappa fa rima con cultura

Veneto e Friuli: mangiare sulle montagne del Nordest

E’ una montagna particolare, quella del Nordest: mediamente meno alta di quella valdostana e altoatesina, meno ‘sfruttata’ di quella lombarda e trentina. Ma dal punto di vista del gusto non solo tiene il ritmo ma per alcuni aspetti regala una varietà sorprendente, frutto in primis di importanti contaminazioni. La cucina veneta di montagna non può che essere influenzata da quella trentina e in parte anche da quella altoatesina.

Vedi il post originale qui:
Veneto e Friuli: mangiare sulle montagne del Nordest

Il rafano, questo sconosciuto

Il rafano è una pianta erbacea perenne che cresce in luoghi freschi e ombreggiati. Noto anche come barbaforte , il rafano viene piantato a febbraio e raccolto in autunno. La pianta di rafano ha un’altezza che può variare dai 30 agli 80 cm e ha grandi foglie che si possono anche cucinare, ma solo quando sono piccole e tenere

Leggi di più qui:
Il rafano, questo sconosciuto

Cosa bere con il panettone: 30 proposte giuste per non sbagliare sul finale

Il profumo del Natale è un profumo dolce: di canditi e cioccolato, di datteri e frutta secca, di zenzero e di miele. Tutti profumi che si possono ritrovare in un bicchiere. Il momento culminante della festa per molti arriva alla fine del pasto: il dessert, panettone o pandoro, senza dimenticare le tante specialità della tradizione regionale italiana, è amato e atteso da grandi e piccini.

Vedi il resto qui:
Cosa bere con il panettone: 30 proposte giuste per non sbagliare sul finale

Le torte di Natale (perché i dolci delle feste non sono mai troppi)

A dicembre le occasioni in cui concedersi un dolce non finiscono mai, tra aperitivi con gli amici, cene con i parenti, merende con i bambini e brindisi in ufficio .

Leggi il resto qui:
Le torte di Natale (perché i dolci delle feste non sono mai troppi)

Degustare la grappa: bicchieri speciali e una carta per l’abbinamento

Per degustare al meglio una grappa bisogna valutarne colore e aromi, ma anche il bicchiere giusto e un consiglio per abbinarla al nostro dessert possono aiutarci L’articolo Degustare la grappa: bicchieri speciali e una carta per l’abbinamento sembra essere il primo su Le ricette de La Cucina Italiana .

Vai e leggi il resto:
Degustare la grappa: bicchieri speciali e una carta per l’abbinamento

6 nuovi locali in giro per l’Europa, per serate romantiche o una pizza fra amici

Parigi, Roma, Venezia, Milano, ma anche Monza e Bassano del Grappa. Ecco 6 nuovi locali in giro per l’Europa

Vedi l’originale qui:
6 nuovi locali in giro per l’Europa, per serate romantiche o una pizza fra amici

Alla scoperta del prosciutto crudo della Valle d’Aosta

Di Norcia. Di Parma.

Vedi il post originale qui:
Alla scoperta del prosciutto crudo della Valle d’Aosta

Cocktail con il tè: il nuovo trend della mixology

È la seconda bevanda più bevuta al mondo , subito dopo l’acqua, e per questo le sue declinazioni sono pressoché infinite. Freddo o caldo, aromatizzato al limone o alla pesca, matcha, earl grey o rooibos: il tè , consumato in ogni parte del mondo, per un totale di oltre 290 miliardi di litri ogni anno, è in grado di spaziare dai gusti più dolci a quelli più speziati, da quelli più freschi a quelli più decisi, senza mai annoiare.

Qui il post originale:
Cocktail con il tè: il nuovo trend della mixology

Link sponsorizzato


Parse error: syntax error, unexpected 'new' (T_NEW) in /home/cucin112/public_html/wp-content/plugins/autoblogged/simplepie.php on line 720

Warning: Use of undefined constant PEAR_LOG_WARNING - assumed 'PEAR_LOG_WARNING' (this will throw an Error in a future version of PHP) in /home/cucin112/public_html/wp-content/plugins/autoblogged/autoblogged.php on line 183

Parse error: syntax error, unexpected 'new' (T_NEW) in /home/cucin112/public_html/wp-content/plugins/autoblogged/Log.php on line 168

Fatal error: Exception thrown without a stack frame in Unknown on line 0