Archivi per la categoria ‘gin’

Ci ha lasciati Egidio Tarantola Peloni, il “signor Bràulio”

Ormai lo conoscevamo così, con l’appellativo di “ signor Bràulio “. Stiamo parlando di  Egidio Tarantola Peloni , patron dell’ amaro Bràulio , un digestivo alpino da servire freddo o a temperatura ambiente, un’eccellenza nel campo dei superalcolici, molto amato nel nord dell’Italia, in principio, ma poi diffusosi anche oltre i confini nazionali. Storia Egidio Tarantola Peloni se ne è andato all’età di 75 anni.

eggi di più:
Ci ha lasciati Egidio Tarantola Peloni, il “signor Bràulio”

«La migliore colazione? Una fetta di pizza»

È avanzata una fetta di pizza dalla sera precedente? Riscaldatela per la colazione : secondo la nutrizionista americana Chelsey Amer , è la migliore opzione per il primo pasto della giornata. Lo ha detto al Daily Meal

Vedi di più qui:
«La migliore colazione? Una fetta di pizza»

Gli errori da non fare quando si mangia cibo giapponese

Pesce freschissimo e di qualità, riso a grana corta , una tecnica minuziosa. Gli chef giapponesi mettono molta cura nel preparare i loro piatti, e per questo si aspettano che chi li mangerà faccia altrettanto. Invece i commensali alle prese con il cibo giapponese fanno spesso un sacco di errori, come riferiscono i grandi chef.

Vedi il post originale qui:
Gli errori da non fare quando si mangia cibo giapponese

La Sbrisolona, la torta che si spezza con le mani. A Mantova, ma non solo

Ha l’aspetto (disordinato) di un crumble con la superficie ricoperta di mandorle, la torta  Sbrisolona,  specialità della città di Mantova preparata sin dal Cinquecento.

Vedi l’originale qui:
La Sbrisolona, la torta che si spezza con le mani. A Mantova, ma non solo

Gorizia, arriva il tiramisù più grande del mondo

I pasticceri sono al lavoro. Entro domenica dovranno completare la preparazione del tiramisù più grande del mondo , e superare il record che Gemona, in provincia di Udine, ha stabilito d ue anni fa, con un dolce da 3015 chili.

Continua qui:
Gorizia, arriva il tiramisù più grande del mondo

Le fettuccine all’Alfredo compiono 110 anni (e fanno la festa!)

Le fettuccine all’Alfredo o, meglio, le mitiche “bionde” al doppio burro (come le chiamava il suo inventore) compiono 110 anni: in occasione dello speciale anniversario, il ristorante “Il vero Alfredo” , in Piazza Augusto Imperatore 30 a Roma, organizza dall’8 al 14 febbraio un festival dedicato a questo piatto. La storia delle fettuccine all’Alfredo Impastate nel semolino e condite con burro e parmigiano freschissimi, le fettuccine all’Alfredo nacquero nel 1908 nella piccola trattoria di Alfredo Di Lelio , allora in Piazza Rosa a Roma, che le cucinò la prima volta per offrire un piatto sano e nutriente alla moglie Ines, debilitata dal parto del loro primo figlio. Il piatto entrò nel menù del ristorante e riscosse subito molto successo tra i romani

Leggi l’originale qui:
Le fettuccine all’Alfredo compiono 110 anni (e fanno la festa!)

Le fettuccine all’Alfredo compiono 110 anni (e fanno la festa!)

Le fettuccine all’Alfredo o, meglio, le mitiche “bionde” al doppio burro (come le chiamava il suo inventore) compiono 110 anni: in occasione dello speciale anniversario, il ristorante “Il vero Alfredo” , in Piazza Augusto Imperatore 30 a Roma, organizza dall’8 al 14 febbraio un festival dedicato a questo piatto. La storia delle fettuccine all’Alfredo Impastate nel semolino e condite con burro e parmigiano freschissimi, le fettuccine all’Alfredo nacquero nel 1908 nella piccola trattoria di Alfredo Di Lelio , allora in Piazza Rosa a Roma, che le cucinò la prima volta per offrire un piatto sano e nutriente alla moglie Ines, debilitata dal parto del loro primo figlio. Il piatto entrò nel menù del ristorante e riscosse subito molto successo tra i romani

Leggi di più dal post originale:
Le fettuccine all’Alfredo compiono 110 anni (e fanno la festa!)

Un notaio nella cucina di MasterChef: quale diatriba dovrà risolvere?

Chi ha guardato la scorsa puntata (che ha visto l’eliminazione dell’ex pilota Italo), avrà seguito anche le anticipazioni della prossima e saprà già che, negli episodi in onda giovedì 8 febbraio, non mancheranno certo i colpi di scena . La cucina di MasterChef , il talent show culinario trasmesso su Sky Uno a partire dalle 21.15 ,  si scalderà con il caso della pasta scambiata (o rubata?) nel frigorifero . Sarà per questo che Antonia Klugmann, Bruno Barbieri, Joe Bastianich e Antonino Cannavacciuolo avranno bisogno un parere super partes e richiederanno, per la prima volta nella storia del programma, l’intervento di un notaio ?

Vedi l’articolo qui:
Un notaio nella cucina di MasterChef: quale diatriba dovrà risolvere?

Carnevale: 20 piatti salati da mangiare in maschera

A regnare sulle tavole, a Carnevale , sono i dolci è vero. Ma chi lo ha detto che non si può pensare a un divertentissimo menu salato per questa festa?

Leggi il resto qui:
Carnevale: 20 piatti salati da mangiare in maschera

15 ricette per gustare “Suburra”

Il fortunato romanzo di Giancarlo De Cataldo e Carlo Bonini ha ispirato la prima serie italiana originale Netflix. Le trame di Suburra ci sono piaciute così tanto che è stata ufficialmente comunicata la produzione della seconda stagione. E quale modo migliore per prepararsi alle nuove puntate se non rivedere ogni episodio della prima serie

Leggi l’originale qui:
15 ricette per gustare “Suburra”

Link sponsorizzato


Parse error: syntax error, unexpected 'new' (T_NEW) in /home/cucin112/public_html/wp-content/plugins/autoblogged/simplepie.php on line 720

Warning: Use of undefined constant PEAR_LOG_WARNING - assumed 'PEAR_LOG_WARNING' (this will throw an Error in a future version of PHP) in /home/cucin112/public_html/wp-content/plugins/autoblogged/autoblogged.php on line 183

Parse error: syntax error, unexpected 'new' (T_NEW) in /home/cucin112/public_html/wp-content/plugins/autoblogged/Log.php on line 168

Fatal error: Exception thrown without a stack frame in Unknown on line 0