Archivi per la categoria ‘Piemonte’

4 Ristoranti: quale sarà il migliore di Langhe e Roero?

Genova , la costa abruzzese , Bologna e ora Langhe e Roero . Nella quarta puntata di 4 Ristoranti , in onda martedì 6 febbraio , alle 21.15 su Sky Uno, Alessandro Borghese andrà alla ricerca del miglior ristorante Under 30 di questo territorio d’eccellenza gastronomica del Piemonte (e d’Italia)

Vedi l’originale qui:
4 Ristoranti: quale sarà il migliore di Langhe e Roero?

Formaggio con i vermi: non c’è solo il Casu Marzu

Di fronte a una ricetta a base di insetti , ci sarà sempre qualcuno che storcerà il naso. Anzi forse la maggior parte delle persone. Ma non si dica che sono il “cibo del futuro” o un ingrediente “esotico” perché, in alcune zone d’Italia, in realtà, fanno parte della tradizione culinaria.

Vedi il resto qui:
Formaggio con i vermi: non c’è solo il Casu Marzu

L’aïoli, una salsa che profuma di Provenza!

La salsa aïoli è una preparazione a base di aglio, classica della Provenza e diventata molto popolare anche in Piemonte. Si tratta di una maionese “rivisitata”, dal sapore molto caratteristico, perfetta per accompagnare carni lesse, pesce cotto al vapore o verdure.  Come per la maionese classica, bisogna fare attenzione che non impazzisca, ma nel caso succedesse, abbiamo un trucchetto da suggerirvi (lo trovate nel tutorial) che vi permetterà di non buttare via tutto! Ecco la ricetta per preparare la vostra salsa aïoli.

Vedi il post:
L’aïoli, una salsa che profuma di Provenza!

Veneto e Friuli: mangiare sulle montagne del Nordest

E’ una montagna particolare, quella del Nordest: mediamente meno alta di quella valdostana e altoatesina, meno ‘sfruttata’ di quella lombarda e trentina. Ma dal punto di vista del gusto non solo tiene il ritmo ma per alcuni aspetti regala una varietà sorprendente, frutto in primis di importanti contaminazioni. La cucina veneta di montagna non può che essere influenzata da quella trentina e in parte anche da quella altoatesina.

Vedi il post originale qui:
Veneto e Friuli: mangiare sulle montagne del Nordest

Il fritto misto alla piemontese, un piatto intramontabile

Molte regioni italiane hanno la propria “formula” quando si parla di fritto misto.  A parte quello, amatissimo, di pesce, ci sono delle versioni di terra molto interessanti. Il più ricco è quello piemontese che se, secondo le regole tradizionali, dovrebbe comporsi di ben diciotto (sì, 18!) portate, salate e dolci: quando era consuetudine macellare le bestie in casa e gli scarti e le parti meno nobili di questi animali, queste diventavano una ricetta piena di gusto e perfetta per la convivialità

Vedi il post originale qui:
Il fritto misto alla piemontese, un piatto intramontabile

È morto Bruno Giacosa, il «re del Nebbiolo»

Era considerato il «re del Nebbiolo», il vitigno di cui Barolo e Barbaresco sono le espressioni migliori. Bruno Giacosa, storico produttore di vini piemontesi, è morto questa notte all’ospedale San Lazzaro di Alba, provincia di Cuneo. Aveva 88 anni ed era malato da tempo.

Vedi il post:
È morto Bruno Giacosa, il «re del Nebbiolo»

Bye Bye involtino primavera: i migliori ristoranti etnici a Torino

Torino ha sempre amato le contaminazioni, negli anni le aperture di ristoranti etnici sono aumentate, si sono evolute e la qualità delle proposte è sempre più alta. Non c’è niente da fare, la città sabauda è amata dagli stranieri che la scelgono per vivere, lavorare e aprire ristoranti.

eggi di più:
Bye Bye involtino primavera: i migliori ristoranti etnici a Torino

Brutti ma buoni: un dolcetto perfetto anche per chi è celiaco!

Sono facili da preparare e molto piacevoli da sgranocchiare, con quel loro sapore così delicato di mandorle e la consistenza croccante: i brutti ma buoni sono biscotti originari del Piemonte, e precisamente di una cittadina di nome Borgomanero, vicino al Lago d’Orta.

Vai e leggi il resto:
Brutti ma buoni: un dolcetto perfetto anche per chi è celiaco!

I cicio, biscottoni di pane per il Capodanno

Dolci tipici, che fanno parte di una tradizione antica. E che, grazie alla semplicità degli ingredienti , ai colori e alla loro forma, quella di un pupazzo (che ricorda quella dei Christmas Cookies americani), potranno diventare i biscottoni delle feste più amati dai bambini e adatti a loro. Sono i cicio d’ Capdan , dolcetti della storia piemontese (sono stati inseriti fra i Pat , i prodotti agroalimentari tradizionali), che venivano regalati ai figliocci dai padrini e dalle madrine il giorno di Capodanno

Continua a leggere qui:
I cicio, biscottoni di pane per il Capodanno

Regione che vai, Capodanno e tradizioni che trovi

Il 2017 è ormai agli sgoccioli e la notte di San Silvestro – l’ultima di ogni anno secondo il calendario gregoriano in uso in gran parte del mondo –  è alle porte. Ma in che modo vengono salutati gli ultimi dodici mesi in giro per l’Italia?  Capodanno e tradizioni : ecco una breve storia. Tutti in cerca di buona sorte Per prima cosa, però, è necessaria una precisazione.

Leggi di più dal post originale:
Regione che vai, Capodanno e tradizioni che trovi

Link sponsorizzato


Parse error: syntax error, unexpected 'new' (T_NEW) in /home/cucin112/public_html/wp-content/plugins/autoblogged/simplepie.php on line 720

Warning: Use of undefined constant PEAR_LOG_WARNING - assumed 'PEAR_LOG_WARNING' (this will throw an Error in a future version of PHP) in /home/cucin112/public_html/wp-content/plugins/autoblogged/autoblogged.php on line 183

Parse error: syntax error, unexpected 'new' (T_NEW) in /home/cucin112/public_html/wp-content/plugins/autoblogged/Log.php on line 168

Fatal error: Exception thrown without a stack frame in Unknown on line 0