Archivi per la categoria ‘burrata’

Crostata alternativa: crema pasticcera e amaretti

Volete un’idea per una crostata insolita che vi dia grande soddisfazione, fatta con ingredienti semplici e soprattutto veloce da realizzare?

Vedi il post originale qui:
Crostata alternativa: crema pasticcera e amaretti

Quando le coste vanno a braccetto con la pasta

Le coste o bietole da costa sono un ortaggio povero di calorie, ma ricco di proprietà nutritive. Due motivi per portarle in tavola più spesso di quanto già non si faccia.

Qui il post originale:
Quando le coste vanno a braccetto con la pasta

Brutti ma buoni: un dolcetto perfetto anche per chi è celiaco!

Sono facili da preparare e molto piacevoli da sgranocchiare, con quel loro sapore così delicato di mandorle e la consistenza croccante: i brutti ma buoni sono biscotti originari del Piemonte, e precisamente di una cittadina di nome Borgomanero, vicino al Lago d’Orta.

Vai e leggi il resto:
Brutti ma buoni: un dolcetto perfetto anche per chi è celiaco!

Tarte Tatin: avete mai provato con la pasta sfoglia?

Un dolce ideale per i pomeriggi invernali così come per le merende estive: è la Tarte Tatin , la cosiddetta “torta di mele al contrario”, simbolo della pasticceria francese. Tradizionalmente questo dolce si prepara con mele, zucchero e pasta brisée .

Vedi di più qui:
Tarte Tatin: avete mai provato con la pasta sfoglia?

Nella calza della Befana: 5 idee sane e golose per i bimbi

“La Befana vien di notte con le scarpe tutte rotte”. E non manca di lasciare per i bravi bambini qualche regalino e dei dolcetti, riempiendo le calze di colore e gusto e lasciando a bocca aperta i bimbi al loro risveglio. In qualche casa sono invece i re Magi a portare regali e dolciumi, accompagnati dai loro cammelli, che troveranno ad attenderli pane secco e un poco di acqua.

Vedi di più qui:
Nella calza della Befana: 5 idee sane e golose per i bimbi

Anche la mozzarella pugliese diventa Dop

Quando vi capiterà di vedere una mozzarella pugliese Dop (denominazione di origine protetta), non stupitevi: nonostante la dura opposizione della Campania, la Puglia è riuscita a ottenere il riconoscimento. La battaglia era cominciata ad agosto (anche se sono trent’anni che se ne discute), quando è stata presentata la domanda per il marchio di tutela giuridica per la mozzarella di Gioia del Colle. È biologica e viene preparata con latte di mucche da pascolo che devono nutrirsi all’aria aperta almeno 150 giorni all’anno.

Vedi il post:
Anche la mozzarella pugliese diventa Dop

Maritozzo salato: la ricetta per l’antipasto delle feste

Alla ricerca di un nuovo antipasto per stupire i vostri ospiti nei pranzi e nelle cene delle feste? Da Roma arriva una nuova moda tutta da gustare: i maritozzi salati

eggi di più:
Maritozzo salato: la ricetta per l’antipasto delle feste

Menù svedese di Natale

Sarà per la vicinanza al Polo Nord o per la capacità tutta nordica di creare la giusta atmosfera che il Natale svedese è uno dei più affascinanti. Secondo tradizione, ci si riunisce per festeggiare Santa Lucia nella trepidante attesa che le giornate ricomincino ad allungarsi e il sole ad alleviare il gelo del lungo inverno del Nord

Leggi il resto qui:
Menù svedese di Natale

23 settembre: l’almanacco del giorno de La Cucina Italiana

Dal santo di Pietralcina ai consigli per un tour culinario in Puglia (perfetto per tutti i gusti): ecco le curiosità dell’almanacco di oggi, 23 settembre. Il santo del giorno Oggi si celebra San Pio da Pietralcina , probabilmente una delle figure più amate dai cattolici di tutto il mondo durante il ventesimo secolo

Continua a leggere qui:
23 settembre: l’almanacco del giorno de La Cucina Italiana

Mozzarella e burrata, la differenza che non si vede

Bianca, liscia fuori e morbida dentro, la mozzarella è il formaggio fresco più amato dagli italiani. La sua storia è ultra millenaria, le sue origini campane, la sua bontà assodata in tutto il mondo. La tradizione casearia italiana, però, è molto ampia e variegata, basta affacciarsi al banco dei formaggi per averne una dimostrazione.

Continua qui:
Mozzarella e burrata, la differenza che non si vede

Link sponsorizzato